Accedere alla pace, alla felicità

“Di uomini e donne infelici, si dice spesso: “Avevano tutto per essere felici: la gioventù, la bellezza, l’intelligenza, la ricchezza, una famiglia e degli amici che li amavano…” Avevano tutto tranne l’essenziale: il gusto di vivere e nessuna delle opportunità che possedevano glielo poteva dare. Dunque, innanzitutto bisogna cambiare qualcosa nella testa per avere il gusto della vita; è interiormente che si deve cercare di essere felici. Quando si è appreso ad essere felici interiormente, si sarà felici in qualsiasi condizione. Si, anche nelle condizioni peggiori, si saprà come sentirsi colmi, pieni di luce. Se la causa della vostra felicità è dentro di voi, niente e nessuno potrà privarvene. Il giorno in cui riuscirete a vedere così le cose, sarà l’inizio della vostra liberazione, della vostra immortalità, della vostra eternità.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Dei libri e delle conferenze da scoprire!

I semi della felicità
Gli uomini vengono sulla terra con certe aspirazioni, hanno bisogno d’amare e di esseri amati, hanno bisogno di conoscere e di creare e …
14.00 CHF Aggiungere
Leggi di più ...
La conquista interiore della pace
Quante persone sostengono di lavorare per la pace nel mondo! In realtà non fanno nulla affinché tale pace s’instauri veramente. Non hanno …
14.00 CHF Aggiungere
Leggi di più ...
Le Leggi della Morale Cosmica
"I contadini sono stati i primi moralisti", dichiara il Maestro Omraam Mikhaël Aïvanhov. Quando non seminano, non si aspettano nessun …
26.00 CHF Aggiungere
Leggi di più ...
La pace uno stato superiore di coscienza
Anche se fossero d'accordo nel sopprimere eserciti e cannoni, gli esseri umani troverebbero altri mezzi per combattersi. Si può decretare …
5.00 CHF Aggiungere
Leggi di più ...

La pace, la vera pace, è uno stato interiore stabile e costante. Una volta che siete riusciti a realizzarla veramente, non potrete più perderla. Vi seguirà ovunque. Potrete ammalarvi, perdere improvvisamente tutta la vostra fortuna, essere imprigionati, perseguiti, vedere sparire gli esseri che amate, ma se siete aggrappati fermamente a un punto fisso in voi, quella pace non vi lascerà più. Soffrire non significa perdere la propria pace. Nella misura in cui la vostra coscienza non ristagna al livello degli avvenimenti, per ogni difficoltà, per ogni prova, troverete una spiegazione, una verità che vi calma e vi consola. Poiché siete riusciti a proiettarvi sino ad una cima, molto alta, comprenderete che le vostre difficoltà e le vostre sofferenze sono passeggere e che esiste in voi una regione in cui nessun male potrà raggiungervi.

Articoli legati a questo tema:

Come rimanere sempre bambini

«Se non diventate come bambini, non entrerete nel Regno di Dio».

Leggi di più ...

Coltivare il nostro giardino interno

Quando provate gioia, splendore, pace, libertà o forza, è forse importante che, esternamente a voi, tutto ciò esista davvero?

Leggi di più ...

Comprendere e padroneggiare i nostri impulsi

Per rimanere nelle regioni elevate, fate attenzione a mantenere la vostra coscienza al riparo dalle perturbazioni.

Leggi di più ...

Ringraziare: fonte di luce e di gioia

Pronunciando la parola "grazie", è come se faceste scaturire una sorgente di luce, di pace e di gioia dalla vostra anima...

Leggi di più ...

Donare il meglio salutandosi con la mano

Gli scambi più potenti e più benefici non sono necessariamente quelli che si fanno avvicinandosi fisicamente.

Leggi di più ...

Sintassi della ricerca sui pensieri

Parola1 Parola2: cerca in almeno una delle due parole.
+Parola1 +Parola2: cerca nelle 2 parole.
"Parola1 Parola2": ricerca sull'espressione tra "".
Parola1*: cerca all'inizio della parola, qualunque sia la fine della parola.
-Parola: la parola dietro - è esclusa dalla ricerca.