Catalogo

Libri
Diversi
 
Iscrizione

Pensiero di martedi 24 ottobre 2017

Artista - deve prendere se stesso come materia della propria creazione

Quando s’incontrano degli artisti, pittori, poeti o musicisti dei quali si apprezzano le opere, spesso ci si stupisce scoprendo che la loro persona e il loro comportamento sono totalmente privi di ciò che costituisce la bellezza delle loro creazioni: essi non emanano luce né poesia né armonia… Perché? Perché, per la maggior parte, gli artisti si accontentano di creare, in una materia esterna a loro, opere esterne a loro; ed è su quella materia esterna che concentrano i propri sforzi. Ebbene, ciò è insufficiente: l’arte non deve rimanere confinata solo da qualche parte nelle loro opere, ma deve essere anche nell’esistenza quotidiana; il vero artista è colui che è in grado di prendere se stesso come materia della propria creazione. Tutti i metodi della vita spirituale sono lì a nostra disposizione per aiutarci e ispirarci in questo compito. È anzitutto in noi stessi che dobbiamo creare la poesia e la musica, che dobbiamo creare forme e movimenti armoniosi e colori scintillanti, affinché tutti gli esseri intorno a noi, nei mondi visibili e invisibili, possano beneficiarne.

Omraam Mikhaël Aïvanhov