Catalogo

Libri
Diversi
 
Iscrizione

Pensiero di giovedi 31 gennaio 2013

Regno di Dio - i sacrifici consentiti per la sua venuta non possono essere stati fatti invano

Da tanti secoli i cristiani ripetono dopo Gesù: «Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome, venga il Tuo regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo così in terra». Quanti uomini e donne hanno pregato per la venuta del Regno di Dio! E non solo hanno pregato, ma hanno anche lavorato, hanno consacrato tutte le loro energie, e alcuni, come Gesù, hanno anche versato il proprio sangue. Tutti questi sacrifici sarebbero stati fatti invano? Esiste da qualche parte, in certe regioni dell’universo, un serbatoio che ininterrottamente si riempie delle forze e delle correnti che tutte quelle migliaia di esseri sinceri e ardenti hanno proiettato nello spazio. Un giorno questo serbatoio sarà pieno, traboccherà e travolgerà tutto, come un gigantesco maremoto. È a questo serbatoio che dobbiamo pensare, in modo da sentirci sempre sostenuti nel nostro lavoro per l’avvento del Regno di Dio sulla terra.

Omraam Mikhaël Aïvanhov



\r\n