La vetrina di Prosveta
Omraam Mikhaël Aïvanhov video conferenze
Podcasts e Testimonianze
Pensiero del giorno

Pensiero di martedi 22 settembre 2020

Infinito - pensandoci, si comincia a sentire che ci si libra al di sopra di tutto

Nella vita corrente, gli esseri umani si tormentano o si sbranano a vicenda per un nonnulla. In essi, il campo di coscienza è talmente ristretto e limitato che ai loro occhi nulla è più importante dei propri dispiaceri, delle proprie ambizioni, degli amori e delle dispute personali. Non vedono la sconfinata immensità sopra di loro, tutto quello spazio infinito che potrebbe aiutarli a liberarsi dalle loro limitazioni e a respirare un poʼ, se solo volessero alzare gli occhi al cielo. Pensando all'infinito, all'eternità, cominceranno a sentire che si librano al di sopra di tutto, che niente potrà più intaccarli, nessun dolore, nessuna tristezza, nessuna perdita... perché in loro si risveglierà un'altra coscienza; e da quel momento in poi giudicheranno e percepiranno le cose in modo del tutto diverso.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Mi iscrivo al pensiero Consultare gli archivi dei testi dei Pensieri
Attualità
I nostri lettori adorano
I nostri temi - Blog di Prosveta


Sintassi della ricerca sui pensieri

Parola1 Parola2: cerca in almeno una delle due parole.
+Parola1 +Parola2: cerca nelle 2 parole.
"Parola1 Parola2": ricerca sull'espressione tra "".
Parola1*: cerca all'inizio della parola, qualunque sia la fine della parola.
-Parola: la parola dietro - è esclusa dalla ricerca.