Catalogo

Libri
Diversi
 
Iscrizione

Pensiero di venerdi 6 dicembre 2019

Filosofo - deve approfondire l’unico sistema che chiarisce cosa sono il Creatore, la creazione e le creature

Quanti filosofi inventano sistemi che espongono solo la loro personale visione del mondo! E troppo spesso, quella visione, necessariamente limitata, riflette le loro lacune spirituali, psichiche, intellettuali o anche fisiche. Senza parlare di quelli che, cercando di coltivare l’originalità, presentano teorie insensate. La verità è che esiste un unico sistema esplicativo dell’universo, un unico sistema che illustra cosa sono il Creatore, la creazione e le creature, e nelle sue meditazioni, il filosofo deve sforzarsi di ritrovarne i fondamenti. Il fatto che in seguito esprima i risultati delle sue ricerche secondo il suo temperamento e la sua sensibilità – si può anche dire con “la sua voce” – è normale. Un cantante che deve interpretare un brano, può farlo solo con la propria voce, e attraverso di essa egli esprime tutto ciò che lui stesso è in profondità. Tuttavia deve rispettare la partitura, non ha il diritto di cantare altre note che non siano quelle scritte. Allo stesso modo, un filosofo non ha il diritto di “cantare” altro se non ciò che è scritto nel grande libro della vita: ha solo il diritto di cantarlo con la propria voce.

Omraam Mikhaël Aïvanhov



\r\n